Marmolada, cabinovia in sostituzione degli skilift del Padon

0
109

Un articolo apparso in questi giorni sul Gazzettino parla di quello che potrebbe essere il futuro del comprensorio della Marmolada, ipotizzando la realizzazione di una nuova cabinovia.

Sembra infatti che la nuova gestione degli impianti della Marmolada, che oggi è di Diego De Battista, voglia valorizzare la ski area pensando proprio ad un nuovo impianto.

Nuova cabinovia sulla Marmolada

Sarebbe quindi una nuova cabinovia il nuovo arrivo tra gli impianti della Marmolada, che dovrebbe collegare la stazione di valle della funivia della Marmolada con Capanna Bill. Un vero e proprio rilancio per tutta la ski area, considerata davvero la Regna delle Dolomiti. Pensate infatti che gli skilift in questa zona sono chiusi da 3 anni ormai, e che la situazione non è delle migliori.

Cosa sostituirà il nuovo impianto?

I lavori quindi prevederebbero lo smantellamento delle sciovie Arei 1 ed Arei 2; al loro posto un nuovo impianto che permetterà di sfruttare al meglio ed in maniera più efficiente la pista molto lunga che si trova nella zona, e che potrebbe servire anche come campo scuola per l’apprendimento dello sci. Collegamenti più facili poi tra Malga Ciapela e Passo Padon, quindi anche con Arabba.

Il patron della nuova società che gestisce la Marmolada dunque, cerca di virare verso un futuro splendente potenziando le strutture per valorizzare tutta la zona, che per una serie di fattori ancora non ha espresso il suo potenziale.

In questi giorni è quindi andato in scena un incontro tra De Battista e il sindaco di Rocca Pietrone, Andrea De Bernardin, in cui si è cercata una convergenza sui programmi da mettere in pratica nel futuro per rilanciare il turismo invernale. proprio il sindaco ha dichiarato: “In questi giorni ho avuto un incontro con il presidente della società “Nuova Padon”, con il quale abbiamo condiviso alcuni punti strategici da portare avanti tra Amministrazione e società impianti. Sul piatto è stato messo un potenziamento importante dell’impiantistica con il Padon versante Arabba”.

I vecchi impianti, chiusi da tre anni, saranno quindi sostituiti dalla nuova cabinovia, grazie alla quale sarà possibile riaprire il campo scuola, anch’esso chiuso per il non funzionamento degli skilift. Anche la pista del campo scuola sarà allargata e rimodernata.

Sempre il Sindaco ha proseguito: “La speranza è che ora la buona sorte ci lasci lavorare e mettere a frutto queste nuove progettualità che abbiamo concordato considerato che in questi anni questa zona è stata oggetto di numerosi problemi. Ad iniziare dal 2014 con la grande valanga del “Laston del Serauta” che ha divelto un pilone della nuova seggiovia del Padon, poi abbiamo dovuto subire la chiusura degli skilift la prima volta, poi abbiamo dovuto affrontare la problematica legata agli O’belix, abbiamo dovuto mettere a frutto una progettazione anti valanga con O’belix nuovi sul lato “Crepe Rosse” e progettare questo vallo anti valanghivo vicino a “Capanna Bill” e poi ancora “Vaia” che ha causato danni importanti allo skilift “Arei 1”. Come Amministrazione crediamo molto a questo progetto co>nsiderato che il Comune ha messo in campo un progetto strategico da cinque milioni e trecento quaranta mila euro per sistemare Malga Ciapela”.



Booking.com