Monte Magnola Ovindoli, dovrà pagare 350mila euro per l’acqua utilizzata per la produzione della neve

0
312

La sentenza del giudice Giulia Sorrentino del tribunale di Avezzano che annullava il decreto ingiuntivo a carico dell’azienda che gestisce la stazione sciistica di Monte Magnola Ovindoli è stata rovesciata dalla Corte d’Appello dell’Aquila.

Quanto dovrà pagare la stazione sciistica di Ovindoli?

Ora la Monte Magnola impianti srl dovrà pagare una bolletta stratosferica di oltre 350mila più gli interessi al Consorzio acquedottistico marsicano (Cam).
Questa bolletta salata è relativa ai consumi dell’acqua dal 2013 al 2018 che è servita ad alimentare l’impianto di innvevamento programmato.

Il gestore degli impianti sciistici di Monte Magnola Ovindoli Giancarlo Bartolotti, era riuscito in passato a farsi riaccreditare una parte della somma grazie alla revoca
del decreto ingiuntivo in quanto secondo lui i prezzi applicati dal Cam non erano corretti.