Nuovi impianti di risalita tra la zona di Comelico e l’Alta Pusteria

0
500

E’ stato firmato l’accordo tra la provincia di Bolzano e quella di Belluno, per il progetto di unire con nuovi impianti di risalita il comprensorio sciistico del Comelico con l’Alta Pusteria.

Un investimento da circa 40 milioni di euro che sarà finanziato dal 70% da fondi pubblici e per il restante 30% dai privati ed i lavori saranno completati per la stagione sciistica 2019/2020.

Grazie a questo collegamento saranno uniti i comprensori sciistici di Croda Rossa-Monte Elmo e Comelico superiore.

L’investimento effettuato in questa zona della regione Veneto ad alto spopolamento è strategico ed aumenterà il flusso turistico, infatti i nuovi impianti collegheranno il comprensorio di Sesto Pusteria con le piste da sci situate nella provincia di Belluno.

In dettaglio la cabinovia denominata Popera trasporterà gli sciatori in cima alla montagna e permetterà di utilizzare la pista Popera situata a Campotrondo in Valgrande e raggiungere la Cima dei Colosei grazie al collegamento con la pista di monte Croce.
A questo punto la seggiovia denominata Valgrande ad agganciamento automatico a 6 posti permetterà di scendere dalla pista Campotrondo in Valgrande fino all’incrocio con la pista Campo.

Ciliegina sulla torta: la nuova cabinovia Kreuzberg-Signaue che collegherà la zona con la ski area di Sesto Pusteria.

Nei 40 milioni di euro per il progetto sopracitato sono compresi anche altri investimenti come ad esempio: innevamento programmato, nuovi parcheggi, protezioni antivalanghe, laghi artificiali e gatti delle nevi.

Booking.com