Passo Giau, segano tra la neve l’autovelox più redditizio d’Italia (multe per oltre mezzo milione di euro ogni anno)

Il Veneto si trova ancora una volta a fronteggiare atti vandalici mirati agli autovelox. L’ultimo episodio ha visto come vittima l’autovelox di Passo Giau, un passaggio montano nelle Dolomiti, situato nel comune di Colle Santa Lucia, provincia di Belluno. Qui, il pilastro che sosteneva il dispositivo per la rilevazione della velocità è stato tagliato, rendendolo inutilizzabile. Questo modo di operare ricorda quello già visto in altre distruzioni di autovelox nel Veneto.

Gli autori di questi atti hanno agito di notte, in mezzo alla neve e in alta montagna, una mossa che ha colto di sorpresa tutti. La scoperta del danneggiamento dell’autovelox in località Piezza è avvenuta solo mercoledì, quando alcuni residenti hanno segnalato l’incidente.

“Un atto che l’amministrazione comunale ritiene deplorevole ed irrispettoso verso tutta la comunità collese, non abituata di certo a questo tipo di azioni, anche per il fatto che l’azione si è svolta con tutta probabilità con il favore delle tenebre nella giornata di martedì sera”, così dichiarano dal comune. Si tratta di un evento senza precedenti per il piccolo centro alpino, nonostante le passate controversie riguardanti l’autovelox.

Va sottolineato che l’autovelox abbattuto a Passo Giau non era un dispositivo qualunque, ma uno tra i più produttivi d’Italia. Grazie alle entrate annue di mezzo milione di euro dalle multe per eccesso di velocità, il comune ha guadagnato notorietà a livello nazionale per il suo rapporto tra multe e numero di abitanti. Con soli 350 residenti, il bilancio comunale ha beneficiato di circa 1.500 euro per ogni cittadino.

Questo autovelox è stato operativo per anni, e la sua installazione è diventata una necessità per un comune che dispone di un solo vigile urbano. L’amministrazione ha confermato che il dispositivo verrà rimesso in funzione non appena possibile, dopo aver presentato una denuncia formale ai carabinieri.

“Il sindaco Frena si impegnerà a presentare una denuncia ai carabinieri per difendere gli interessi del Comune di Colle Santa Lucia e per aiutare nell’identificazione dell’autore di questo inaccettabile gesto da parte delle autorità competenti. Inoltre, l’amministrazione comunale, attraverso i propri uffici, si adopererà immediatamente per ripristinare al più presto il sistema di controllo e sta valutando l’installazione di un sistema di videosorveglianza per prevenire eventi simili in futuro,” ha dichiarato il Comune, aggiungendo: “Questo atto non scoraggia l’amministrazione comunale nell’esercizio del suo dovere di monitorare la velocità al Passo Giau, ma piuttosto rafforza la convinzione degli amministratori sull’importanza di tale strumento per contrastare coloro che usano scorrettamente la strada che conduce al Passo Giau”.

OffertaBestseller N. 10
CMP Salopette Sci In Twill Da Bambini, Nero, 176
CMP Salopette Sci In Twill Da Bambini, Nero, 176
Disponibile in diversi colori
37,95 EUR