Report Supernova festival 2011

0
225

Cari amici eccomi qua!! Sono ritornato dal "Supernova Festival", il festival di musica elettronica a cui ho partecipato insieme a 2 blogger/amici: Adriano e Ilaria e dove ne ho trovati degli altri: Marzia, Paolo, Oscar e Barbara.

Tutti ragazzi super mega gagliardi con cui ho condiviso questi quattro giorni di puro divertimento. Pensate non li conoscevo per niente….. e in questi quattro giorni si è creato un feeling pazzesco!! …come se era una vita che ci conoscevamo.

Bando alle ciance vi racconterò in dettaglio com’è andata… dal viaggio, al tour operator Amatori passando per i dj set, alle dotazioni tecniche degli impianti e strumentazioni usate negli stessi, la welcome bag, terminando con le cose che mi sono piaciute e non e con i suggerimenti per migliorare l’evento.

 

 

 

Supernova Info point @ Aquarius Club

Amatori il tour operator che ha curato l’evento si è rilevato all’altezza e mi ha fatto molto piacere conoscere lo staff tra cui l’amministratore delegato Corrado Ceccarelli, il mitico Paolo Marasca e Lorenzo e vedere con quanta passione hanno organizzato ogni cosa e l’impegno profuso per realizzare il Supernova Festival. Credetemi! Per chi come me ha lavorato nel mondo dell’intrattenimento…sa che non è una cosa facile organizzare un tale evento. Voto 10 e lode (anche se ci sono stati degli errori do il massimo dei voti per l’impegno, la gentilezza e la passione messa nel progetto).

 

 

Lo sbarco a Zara

Per quanto riguarda la compagnia con cui abbiamo viaggiato la Jadrolinija non posso lamentarmi  anche se i baristi spesso facevano i furbetti con il resto. Voto baristi: 5 😛

 

Combo Bag

Che dire della fantastica Combo Welcome Bag!! Brochure, Adesivi, Energy Pack by Nerto.it, T-shirt ufficiale Supernova targata Combo così come lo zainetto!! =)

 

Timo Mass on the mix

Timo Mass dj set: Timo ha letteralmente fatto paura, nel senso che è tra i deejay più tecnici che abbia mai sentito. Minuzioso nella regolazione dei gain e maniacale nelle regolazione dei toni nei cambi. Timo non è un ballerino…. se vi aspettate un dj intrattenitore rimarrete delusi… lui ha solo occhi per tenere sotto controllo la sala e per la miscelazione dei pezzi. Stop! Due sorrisi al light jockey e basta. Io sinceramente preferisco i dj come lui che fanno parlare i loro pezzi.

 

We Love

We love dj set: non me l’aspettavo…….. mi hanno letteralmente rapito. Bravi bravi bravi! Altro che i vari dj set che si vedono in giro nei nostri locali…. piatti e senz’anima. I We Love si sono esibiti prima di Ellen Allien e fanno parte della scuderia dell’etichetta della dj tedesca.

 

Ellen Allien

Ellen Allien dj set: mi è sembrata un po’ spocchiosa…. non ha voluto iniziare a mixare mentre i We Love artisti come detto sopra della sua etichetta discografica smontavano le loro attrezzature. Risultato? 10/15 minuti di stop della musica, la pista si è svuotata ed ha dovuto iniziare da zero.

Ulteriore errore è partita con pezzi troppo difficili e che non trascinavano il pubblico con la conseguenza che alle 4:30 passate la musica era una palla trementa e la gente invece di prendere un coca e havana chiedeva un moment al bartender!

Poi per dirverla tutta i We Love hanno fatto una performance talmente tosta che hanno eclissato la dj tedesca (chissà se la Allien si è fatta una domanda su ciò e si è data pure una risposta alla Marzullo? 😀 )

 

Dj equipment/Club equipment: confermata la mia idea sulla tendenza di alcuni top dj di suonare con i Pioneer CDJ-2000 abbandonando i portatili.

Per quanto riguarda il mixer della main room nulla da dire.. un Allen-Heath a 6 canali. Oramai nei migliori club vengono utilizzati mixer  Allen-Heath o Pioneer.

 

 

Cocomo Club – Novalija
After beach @ Aquarius Club

Punto dolente sia del Cocomo e del Aquarius è l’impianto: nel primo diffusori Bose nel secondo in consolle monitor Jbl Eon e impianti a centro pista non all’altezza del nome del club e dei suoi dj a meno che in alta stagione integrino l’impianto con altro di supporto.

Io mi sarei aspettato un bell’impianto Void Audio: http://www.voidaudio.com/

 

Riassumendo:

Like: la città, le location scelte per il festival, il tour operator, il cibo, le ragazze dell’isola

Dislike: il braccialetto pagato 10 euro che da diritto solo al bus per Zrce

Suggerimenti: migliorare gli impianti audio (lo so! sono maniaco riguardo alle attrezzature…), il braccialetto pagato 10 euro deve permettere a chi lo acquista di prendere tutti i bus urbani così da dar modo ai turisti di scoprire le bellezze del posto, maggiore organizzazione e cooperazione tra i vari locali e strutture turistiche dell’isola.

 

 

Un saluto elettronico dal (dj) Jonathan già pronto con la valigia per il prossimo Supernova Festival!!

 

I sali minerali non fanno mai male!! =)

 

 

[DISCLAIMER] il pacchetto Large (viaggio + soggiorno + festival) mi è stato offerto da Amatori Tour Operator, a scanso di equivoci tutto quello che scrivo corrisponde a quello che penso e nella più totale trasparenza mi sono sentito libero di scrivere come ho vissuto la vacanza.

Booking.com