Booking.com

Alcuni consigli su come scegliere gli scarponi da sci giusti per voi

0
138
come scegliere gli scarponi da sci

Chi scia non può certo fare a meno degli scarponi, la cui scelta è un momento importantissimo e che può valere quasi un’intera stagione.

Sapete davvero come scegliere bene i vostri scarponi da sci?

Ricordate sempre che il comfort e le performance sono le caratteristiche principali da tenere a mente, ma che scegliere in base a questi parametri non è comunque facile, visto che ogni piede è diverso e che ognuno di noi ha esigenze differenti sulla neve.

Alcuni consigli su come scegliere gli scarponi da sci giusti per voi

Il rischio è quello di fare scelte più orientate alla moda ed alla bellezza che non alla comodità e alla qualità. Prima di tutto occorre capire che volume occupa il piede, e poi concentrarsi sulla lunghezza. Lo scarpone dovrà adattarsi a questi parametri, ed è per questo che i professionisti che lavorano nei negozi specializzati dovrebbero sin da subito orientarvi verso lo scarpone da sci migliore per voi, che contenga cioè il vostro piede senza opprimerlo. Se non è quello giusto ecco che sentirete subito fastidio in più punti, soprattutto nelle zone dure della scarpa, causando dolore nelle fasi di sciata. Ricordate che se avete fastidio in negozio, avrete forte dolore sulle piste.

Alcuni optano per la soluzione della scarpetta termoformabile, che viene prima riscaldata e poi calzata, così prende la forma del piede mentre si raffredda. Una buona pratica per aumentare il comfort che può essere applicata anche ad alcuni plantari, a meno che non vogliate farveli fare su misura.
Dopo la scarpetta passate a chiudere i ganci: se il più stretto riuscite a chiuderlo facilmente, lo scarpone non fa per voi. Tenete sempre un po’ di margine, visto che in pista il freddo ridurrà il volume del piede. Pensate poi che scarpetta e scarpone tutto perderanno un po’ di volume dopo le prime sciate. Fate sempre attenzione che il tallone sia fermo durante le flessioni.

Passiamo poi alla parte anteriore del piede, che dev’essere ben ferma anch’essa; per provare potete fare delle piccole rotazioni laterali in prova. Le dita devono sfiorare la punta dello stivale, e piegando le ginocchia non dovrete più toccare la punta.

Quanto tempo occorre per capire se gli scarponi sono quello giusti?

Lo scarpone va sempre tenuto per almeno 30 minuti in negozio per capire se realmente sono quelli giusti. Nel valutare potete anche fare attenzione a qualche dettaglio, come la qualità dei ganci di chiusura e degli strap. Importante anche la leva sul tallone per scegliere le modalità sciata o camminata. Per gli sciatori più esperti occhio anche al canting, la regolazione che permette di personalizzare l’inclinazione laterale dello scarpone.

Tutte le marche di scarponi da sci propongono un indice di flessibilità

Tutte le marche di scarponi da sci propongono un indice di flessibilità, per capire che tipo di rigidità avrà la vostra scarpa. Da 60 ad 80 il flex è adeguato per sciatori di livello intermedio, superiore a 90 e fino a 110 è ottimo per sciatori esperti. Tra 120 e 150 invece il flex è per professionisti. Se volete una sciata potente scegliete scarpa rigida, mentre se volete una sciata più precisa e leggera andate con flex più morbido.

Gli scarponi da sci si differenziano anche per quanto riguarda le varie gamme: Race, All Around o All Around Top Level.

  1. Il primo è modello rigido e poco confortevole.
  2. Il secondo è più morbido e confortevole.
  3. Il terzo è invece per i professionisti