Collegamento Val di Funes con la Val Gardena possibile con due impianti ma Reinhold Messner protesta

0
209
Collegamento Val di Funes con la Val Gardena possibile con due impianti ma Reinhold Messner protesta

La Val di Funes si rifà il look, e mette in programma la costruzione di due nuovi impianti di risalita grazie ai quali raggiungere la Val Gardena.

L’associazione albergatori della Val di Funes ha presentato questo progetto insieme ad imprenditori della zona e a privati. Ora però si dovranno superare molti problemi per far partire i lavori.

Cabinovia per collegare Santa Magdalena e Brogles ed una funivia per raggiungere Seceda

Per ora c’è solo lo studio di fattibilità che i promotori hanno fatto arrivare sul tavolo del sindaco di Funes. L’idea è quella di costruire una cabinovia che colleghi Santa Magdalena e Brogles, e poi di costruire una funivia che arrivi fino a Seceda, nel territorio del comune di Santa Cristina.

Quanto costa questo collegamento tra la Val di Funes e la Val Gardena

Un progetto che dovrebbe avere un costo di 40 milioni di € e che, come detto, è stato promosso dal comitato Zukunft Villnöss. Ecco però che iniziano i problemi, visto che sia gli enti locali della Val di Funes, sia l’Unione europea, stanno facendo resistenza perché l’1% del progetto ricade in quella che è considerata area protetta, la Natura 2000.

A queste difficoltà però il presidente dell’associazione Florian Profanter non si vuole arrendere. C’è però ancora un problema e riguarda il Comune di Funes, visto che il sindaco Peter Pernthaler non sembra entusiasta delle nuove costruzioni. Va ricordato che negli ultimi 3 anni il numero dei pernottamenti nella zona è salito da 145 fino a 258 mila, e che quindi il sistema turismo in valle è una delle fonti primarie di entrate e di sostentamento. Un sistema turistico tra l’altro sostenibile e basato sull’accoglienza nei masi.

Con l’aumento dei numeri dei turisti sono però aumentati anche i turisti mordi e fuggi, quelli cioè che arrivano, non lasciano risorse elevate e, anzi, in alcuni casi deturpano la zona, calpestano i prati, si fanno solo foto e gettano rifiuti nel bel mezzo della natura senza rispettare le regole. Il pensiero del sindaco è proprio questo: se il turismo a cui si va incontro è questo, nessun progetto sarà realizzato.

La Val di Funes è stata oggetto di molte discussioni su questo potenziamento degli impianti nel corso degli anni. La zona è paesaggisticamente molto bella, un ambiente incontaminato che ancora non è interessata dal turismo di massa. Lo sci alpino, ad esempio, si pratica solo grazie allo skilift Filler in località Santa Maddalena.

Reinhold Messner contrario al collegamento tra Val di Funes e la Val Gardena

Contrario al progetto anche il popolarissimo Reinhold Messner, che ha subito fatto sentire la sua voce per cercare di fermare il progetto e proteggere l’area montana e naturalistica.

Bestseller N. 1
ROSSIGNOL Pursuit 100 + XPRS 10 Mis 163 Cm
Peso 2,9 KG / PAIR (163 cm); Nucleo in legno di pioppo; Radius 13m; Rocker POWER TURN ROCKER
225,00 EUR
Bestseller N. 2
Bestseller N. 8
ROSSIGNOL Pursuit 400 + NX12 Mis. 163 Cm
Sciancratura: 126 - 74 - 110; Raggio: 14m; Struttura: CARBON REINFORCEMENT SIDEWALL; Tecnologia: PROP TECH TECHNOLOGY
685,00 EUR
Bestseller N. 9
Rossignol Hero Elite LT Ti + NX 12 17/18 - Sci da slalom gigante, rot, 170 cm
100% Racing, Prop Tech, Power Turn Rocker, Minicap Sandwich, Cascade Tip.; Rilegatura: NX 12 Konts Doppio WTR B80.
676,00 EUR
Bestseller N. 10
ROSSIGNOL 2020 React R6 - Sci compatti con attacchi Xpress 11, Uomo, 177 cm
Tecnologia con punta flessibile.; Costruzione LCT; Pareti rettangolari.; Nucleo in legno di pioppo
319,95 EUR


Booking.com