I cinesi oltre alle racchette Wilson vogliono gli sci Atomic e Salomon

0
213
Credits: Atomic Ski
Credits: Atomic Ski

Anta Sport Products è un produttore cinese di attrezzatura sportiva, che grazie all’appoggio del Fondo di investimento FountainVest ha offerto ben 4,7 miliardi di euro per acquistare la Amer Sports Oyj, azienda finlandese dello stesso settore che controlla grandi marchi sportivi, come le racchette Wilson e gli sci Salomon e gli sci Atomic.

Si capisce già l’importanza di questo movimento di mercato, non solo per la grandezza della cifra offerta, ma perché i marchi oggetto di vendita sarebbero di fama mondiale. Pensate che le racchette da tennis di Federer e di Serena Williams (43 titoli dello Slam in due) sono prodotte da Wilson e che gli sci di Marcel Hirscher (7 volte Campione del Mondo di sci) sono di marca Atomic.

Il governo cinese insomma vuole lanciarsi nel mondo dello sport, rendendo poi accessibile ai cittadini l’acquisto di tali marche in Cina, che ospiterà le Olimpiadi invernali del 2022. Certo la trattativa non sarà breve, ed al momento l’offerta presentata non è vincolante. Dopo la notizia dell’offerta però, già il titolo in borsa della Amer è salito alle stelle segnano un +19%. Una notizia che ha toccato un po’ tutti i settori di mercato, se pensate che il maggior azionista della società finlandese è il fondo pensionistico Keva.

Il governo cinese aveva in realtà instaurato un nuovo regime di limitazioni agli investimenti all’estero. Lo sport però è uno di quei settori nei quali la Cina vuole investire maggiormente. Non una squadra di calcio questa volta, ma un’impresa di livello mondiale che lavora nel settore manifatturiero e che si specializza in sport invernali e nel tennis. Una strategia che punta ad avvicinare nella maniera migliore lo Stato Cinese alle Olimpiadi del 2022, e a preparare l’intera popolazione. Va ricordato che Anta già fornisce tute da neve Descente in tutta la Cina.

La stessa società ha una valutazione sul mercato di 12,5 milioni di dollari ed è la prima azienda di abbigliamento sportivo in Cina. Dopo la guerra dei dazi scatenata da Trump, il suo processo di espansione verso occidente si è arrestato, e questo acquisto potrebbe essere una buona via d’uscita.

Booking.com