Il CAI vuole riaprire i rifugi nella prossima estate

0
77
Il CAI vuole riaprire i rifugi nella prossima estate
Credits: CAI

Il Cai ha intenzione di riaprire i rifugi nella prossima estate così da far in modo che turismo in montagna possa aiutare a risollevare l’economia dei paesi.

“Pur essendo vero che possono esserci difficoltà a riaprire i rifugi, soprattutto quelli di alta quota, deve essere chiaro che il Club alpino italiano si è attivato e sta lavorando per scongiurare questa ipotesi”, afferma Antonio Montani, vicepresidente del CAI e responsabile dei rifugi al giornale Repubblica e continua dicendo che “Faremo di tutto, sia intervenendo nelle sedi istituzionali per spiegare la differenza che c’è tra rifugio e albergo, sia mettendo a disposizione delle nostre Sezioni e dei rifugisti tutte le risorse disponibili per poter contribuire alla riapertura delle strutture”.

Ora resta da attendere le disposizioni dedicate alla fase 2 per continuare a contrastare il Coronavirus.

OffertaBestseller N. 1
10 Mascherine Protettive FFP3 Certificate CE. Made in Italy. BFE ≥99% e PFE ≥99% Mascherine sigillate singolarmente.
PFE ≥99% Efficienza di filtrazione Particelle.; BFE ≥99% Efficienza di filtrazione batterica.
22,99 EUR
Bestseller N. 4
Relaxsan - SET 3 [bianco] Fasce viso bocca naso lavabili riutilizzabili assorbenti tessuto batteriostatico
Prodotto 100% Made in Italy - OGNI CONFEZIONE CONTIENE 3 FASCE
9,99 EUR
OffertaBestseller N. 7
Bestseller N. 8
50 Pezzi Mascherine Monousoa Mаsks Maschera Protettiva Monouso Non Tessuto Antipolvere
Le nostre maschere offrono un elastico morbido per il fissaggio dietro le orecchie
16,99 EUR


Articolo precedenteLes 2 Alpes sci estivo dal 6 giugno?
Articolo successivoCoronavirus, anche Doppelmayr utilizza cannoni da neve per sanificare