Imbiancate le vette dei monti Sibillini

0
234

Gli abitanti di Bolognola si sono svegliati con le cime sopra la Pintura completamente coperte di neve

Imbiancate le vette dei monti Sibillini
Sorpresa a giugno: invece di sole e caldo, colpo di coda dell’inverno

BOLOGNOLA – Primo giorno di giugno con sorpresa: è tornata la neve sui monti per l’entroterra maceratese.

Ieri mattina, infatti, gli abitanti di Bolognola si sono svegliati con una straordinaria sorpresa: le cime sopra la zona di Pintura erano completamente imbiancate come non succedeva da diverse settimane.

Un colpo d’occhio di sicura suggestione, soprattutto in considerazione della stagione, ma anche un fenomeno che non ha entusiasmato più di tanto gli abitanti della zona. Dopo soli tre giorni quasi estivi, infatti, le temperature sono tornate a scendere, spegnendo l’entusiasmo di quanti avevano ormai creduto di essere nel pieno della bella stagione.

Anche sulle vette che sovrastano Ussita, nella zona delle piste da sci, si è visto qualche fiocco, con la neve che è tornata a cadere pure nella giornata di ieri.

Ovviamente, si tratta di precipitazioni di scarsa entità e che hanno riguardato solo le zone al di sopra dei 1300 metri. Comunque, si tratta pur sempre di un fenomeno decisamente inusuale, visto che si è ormai giunti alle porte dell’estate. Quest’anno, quindi, la neve sembra non voler abbandonare le montagne, dopo un’invernata rigidissima e ricca di precipitazioni che hanno permesso agli appassionati di sciare fino a primavera.

Le vette dei monti Sibillini, dunque, sono tornate a coprirsi di neve, mentre, a valle, la pioggia è caduta incessantemente per tutta la giornata di ieri.

Se sui monti si è rivista la neve, infatti, meglio non è andata nei vari comuni del territorio, alle prese con un freddo novembrino.

Vento, temperature piuttosto basse e tanta pioggia. Condizioni, queste, che hanno creato non pochi disagi al territorio, soprattutto per quanto riguarda la circolazione stradale. Il grande traffico dovuto all’avvicinarsi di questo primo ponte di giugno, infatti, ha subito rallentamenti a causa del manto stradale, reso molto insidioso dalla pioggia. Per fortuna, ad esclusione di qualche piccolo incidente, non si sono registrate situazioni di particolare gravità per le persone e le cose.

Disagio, invece, per quanti avevano deciso di raggiungere le spiagge della costa in questi tre giorni di vacanza. Le temperature, decisamente basse, hanno costretto molti a desistere, con l’inverno che sembra essere tornato all’improvviso. Via gli ombrelloni e fuori gli ombrelli, dunque, per gli abitanti dell’entroterra maceratese che hanno dovuto, loro malgrado, rimettere mano agli armadi per riprendere giacche a vento e cappelli.

Comunque, almeno stando alle previsioni degli esperti, nei giorni a seguire le condizioni meteo dovrebbero tornare sullo standard di questo periodo, con il cielo che tornerà presto azzurro e le temperature che saliranno di nuovo.

Ancora qualche ora di brutto tempo, dunque, e poi sarà davvero estate.

dal Corriere Adriatico del 2/06