La pista da bob verrà fatta a Cortina: finalmente è stato trovato l’accordo per i lavori

A soli due anni dall’inaugurazione delle Olimpiadi del 2026, persiste l’attenzione sulla realizzazione della pista destinata alle gare di slittino, bob e skeleton. È stato raggiunto un accordo tra la Simico, l’agenzia governativa incaricata dei lavori pubblici, e l’impresa Pizzarotti, l’unico concorrente alla licitazione per la costruzione dell’impianto, per avviare il progetto a Cortina, rispettando il piano iniziale. Questo segna l’inizio di una serrata corsa contro il tempo per finire i lavori entro marzo 2025, essenziale per garantire il periodo di validazione necessario. Il costo previsto per l’opera ammonta a 81,6 milioni di euro. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, e il ministro dello Sport, Andrea Abodi, hanno manifestato il loro entusiasmo attraverso una nota ufficiale.

“La scelta mette un punto fermo sull’estrema determinazione del Governo di concludere al meglio e in Italia tutte le opere in vista dei Giochi”.

Il commento del ministro dell’Economia Giorgetti si distingue nettamente per il suo tono: “Comincio a essere pentito di Milano-Cortina. Le Olimpiadi non arrivano ogni due anni, arrivano nel 2026 e poi non arriveranno più, ne sento la responsabilità e sono passati dal 2018 al 2024 diversi anni. Si metta un bel tabellone elettronico all’ingresso in Valtellina che indica quanti giorni mancano per renderci conto del senso di urgenza necessario”.

Tuttavia, si presenta la sfida di convincere il CIO, contrario alla realizzazione di un nuovo impianto e incline all’idea di sfruttare una struttura preesistente all’estero, come quella di Sankt Moritz, per le Olimpiadi del 2026.

OffertaBestseller N. 10
CMP Salopette Sci In Twill Da Bambini, Nero, 176
CMP Salopette Sci In Twill Da Bambini, Nero, 176
Disponibile in diversi colori
37,95 EUR