Nuovo collegamento mare-monti per la provincia di Fermo: pronto il progetto

0
454

Mare-Monti, pronto il progetto 
 
Da Porto Sant’Elpidio a Amandola per avvicinare l’area parchi 

di DIANA MARILUNGO

FERMO – «La strada "Mare-Monti" è un’opera irrinunciabile per la nuova provincia di Fermo». Con questo assunto sull’asse viario di congiungimento veloce fra Porto Sant’Elpidio ed Amandola, tra l’autostrada e i Monti Sibillini, il Consorzio di Sviluppo Industriale del Fermano ha presentato, sabato mattina, proprio ad Amandola il progetto del primo stralcio dell’importante arteria. Questo riguarda 16 km da Amandola a Servigliano ed il suo costo è previsto in 75 milioni di euro.
Si tratta di una strada extraurbana di categoria C1, larga 10 metri e mezzo. Prevede nel tratto in questione due varianti in prossimità di altrettanti centri abitati. Sono previste anche piste ciclabili, quattro rotatorie ed una galleria artificiale nella zona di San Martino. Tutta la strada, invece, di circa 60 km, tra parti che verranno solo adeguate ed altre realizzate ex novo verrà a costare intorno ai 600 milioni di euro.
Il preliminare del primo stralcio è stato illustrato dalla Rpa, una società di Perugia e dal direttore del Cosif, ing. Mario Nobile. «La scarsa dotazione di infrastrutture – ha affermato il presidente del Consorzio di Sviluppo Industriale del Fermano, Umberto Marconi – ha frenato fino ad oggi una grossa fetta dell’industrializzazione della nuova provincia di Fermo. E' quindi necessario che la "Mare-Monti" prenda il via al più presto possibile in modo che il territorio possa programmarsi in modo più equo in uno sviluppo sostenibile per l’intera comunità».
La realizzazione della strada parte da lontano. Nel 1999 gli enti del costituendo Cosif presentarono al Ministero dei Lavori Pubblici un progetto nell’ambito del programma Prusst, sottoscrivendo un impegno alla destinazione dell’eventuale finanziamento ministeriale per la progettazione della "Mare-Monti" quale necessario asse di congiungimento tra la costa e la montagna. All’illustrazione del progetto erano presenti diversi sindaci ed amministratori dei comuni del Fermano oltre ai componenti del consiglio di amministrazione del Cosif, Alberto Palma e Federico Steca.
Nel corso della presentazione è stato ribadito che la regione Marche dovrà inserire la "Mare-Monti" nelle priorità che verranno sottoposte al ministro Antonio Di Pietro nella riunione del 5 luglio a Roma . Il presidente della provincia di Ascoli Piceno, Massimo Rossi, presente insieme all’assessore Renzo Offidani alla riunione, ha sottolineato che la provincia ha considerato il collegamento "Mare-Monti" tra le opere importanti e l’ha inserito nella lista delle proprie priorità presentata alla Regione.
 

dal Messaggero del 3 LUglio 2006



Booking.com