Nuovo skilift a Sassotetto: respinto il ricorso contro il Comune di Sarnano

Un ambizioso progetto di miglioramento a Sassotetto ha portato il Comune a confrontarsi con il Tar, a seguito di un’appello presentato dall’ente gestore degli impianti sciistici. L’Amministrazione ha fornito le necessarie spiegazioni sulle proprie azioni, convincendo i giudici a rigettare l’appello. La società Sassotetto, che gestisce la stazione sciistica e le relative infrastrutture dal 2005 in seguito alla vittoria di un bando, aveva originariamente ottenuto una concessione per dieci stagioni invernali, previste per concludersi nell’aprile 2016. Tuttavia, a causa di un terremoto e su richiesta della società, la concessione è stata estesa fino all’aprile 2019, seguita da un’ulteriore proroga di dieci stagioni, fino all’aprile 2029, per permettere l’ammortamento delle spese. Nel luglio 2021, la società propose al Comune un piano denominato “Landmark dei Sibillini per una montagna attrattiva in ogni stagione”, prevedendo la costruzione di una nuova sciovia, un bacino idrico e un serbatoio interrato per l’innevamento artificiale, oltre a nuove attrazioni come l'”alpine coaster” e un “kinder snow park”. Questo intervento, del valore di 100 milioni di euro, suscitò l’interesse del Comune, che avviò la procedura autorizzativa per accedere ai fondi del Pnrr destinati alle aree colpite dal sisma. Dopo una prima revisione, il Comune richiese di modificare il progetto eliminando il kinder snow park, mentre la Sovrintendenza bloccò l’alpine coaster per mancanza di misure compensative. Nel maggio 2022, la Conferenza dei servizi approvò il progetto, dando il via al procedimento amministrativo che avrebbe dovuto concludersi entro dicembre 2022. Tuttavia, il Comune si fermò, annunciando infine alla società l’impossibilità di proseguire. Di conseguenza, Sassotetto contestò al Tar la decisione del Comune, sostenendo di aver subito danni da un comportamento ingiustificato. Il Comune, però, riuscì a dimostrare in tribunale la correttezza delle proprie azioni. Nel corso dell’iter, sia il commissario straordinario per la ricostruzione che l’Anac hanno identificato criticità relative alle procedure di finanziamento e alla proprietà delle aree interessate, richiedendo che fossero pubbliche. Nonostante le difficoltà e i cambiamenti richiesti per mantenere il finanziamento, il Tar ha confermato la legittimità delle decisioni comunali, rigettando le richieste di Sassotetto e validando l’approccio del Comune nella gestione del progetto di sviluppo della zona sciistica.

OffertaBestseller N. 10
CMP Salopette Sci In Twill Da Bambini, Nero, 176
CMP Salopette Sci In Twill Da Bambini, Nero, 176
Disponibile in diversi colori
37,95 EUR