Prinoth è il primo battipista a idrogeno utilizzato sulle piste da sci dell’Alta Badia

0
8

Nasce il primo battipista a zero emissioni, che rappresenta un vero e proprio passo in avanti verso la sostenibilità dei mezzi che lavorano sulle piste e nei comprensori sciistici. Nell’Alta Badia infatti Prinoth ha messo in funzione il primo gatto delle nevi a zero emissioni. Il nuovo mezzo battipista si chiama Leitwolf h2Motion, ed è alimentato ad idrogeno: non solo è green, ma garantisce anche migliori prestazioni.

Il nuovo mezzo sarà presentato in occasione della due giorni di Coppa del mondo di sci alpino in Alta Badia, e sarà posizionato accanto alla pista Gran Risa. L’azienda Prinoth fa parte del gruppo di Vipiteno HTI insieme a Leitner e Demaclenko. In questi giorni sono in atto dei test del Leitwolf proprio sulle piste dell’Alta Badia.

Un progetto che vuole alzare l’asticella della tecnica e delle prestazioni proprio in un momento così difficile per tutto il comparto dello sci e della montagna, fermo a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid 19. L’obiettivo più generale dell’azienda è quello di un cambiamento radicale e culturale bella progettazione dei mezzi, con il risultato sperato di arrivare ad un’eliminazione delle fonti energetiche fossili.

Oltre a questo mezzo che è alimentato da un motore elettrico alimentato ad idrogeno, sarà presentato anche un nuovo modello di battipista 100% elettrico: l’Husky eMotion.

Su mezzi simili si è sempre utilizzato il diesel come carburante, ma, come detto, il nuovo mezzo garantirebbe comunque le stesse prestazioni dei mezzi precedenti, con livelli di inquinamento quasi azzerati. Klaus Tonhäuser, presidente del Cda di Prinoth, ha dichiarato: «Nel Leitwolf h2Motion i team di sviluppo di Prinoth hanno coniugato la potenza dei veicoli a un motore ecologico. Il nuovo modello soddisfa ogni esigenza in fatto di performance e rinuncia interamente all’impiego di combustibili fossili. Per noi la sostenibilità non è uno slogan ma un impegno concreto».

Una vera e propria rivoluzione green quindi che sta per arrivare anche sulle piste da sci, dopo che il settore automotive ha già iniziato ad intraprendere questa strada e che il Governo ha aiutato il mercato con incentivi. Fino ad oggi i carburanti fossili erano indispensabili per far muovere tutti i mezzi sui comprensori sciistici, ma ormai è giunto il momento di guardare al futuro e di abbandonare le fonti di energia non rinnovabili in favore di quelle rinnovabili.

Il progetto per il futuro sarebbe quello di provare ad avere piste totalmente green, e il Leitwolf h2Motion è il primo passo in questo senso. Chiaramente questo è un prototipo, perché per la realizzazione vera e propria servirà ancora del tempo e dello sviluppo. Vediamo nello specifico il funzionamento.

Il problema maggiore per il funzionamento è l’immagazzinamento dell’idrogeno. Si può optare per stazioni mobili dove si va a fare rifornimento con un camioncino (così il gatto avrà autonomia di 4/5 ore). Ma l’autonomia del mezzo non sarebbe sufficiente per il lavoro quotidiano.

Sette celle di combustione sono state invece sostituite al verricello, e sono alimentate a batteria che fornisce energia al motore elettrico. L’azionamento è idrostatico. Presente una coppia maggiore di 2.300 netwon metri a 400 kw (544 cavalli), molto più potenti di una macchina a gasolio. Certo ora resta da risolvere il problema dell’immagazzinamento dell’idrogeno, visto che una colonnina da 700 watt costa circa mezzo milione di €, un costo impossibile da sostenere per una macchina che ha una capacità di lavoro così limitata.

Si stima che per mettere in vendita il nuovo modello ci vorranno circa 4 anni, ma per una sostituzione del parco macchina ci vorrebbero circa 8 anni. Nella zona di Bolzano sono comunque già presenti mezzi (bus) a idrogeno. Il modello Husky invece, totalmente elettrico, ha autonomia di 4 ore con tempo di ricarica di 8 ore con corrente trifase, 3 fasi 400 v. Il tempo scende a 3 ore in caso di stazione di carica rapida 50 w (corrente continua). Un modello che permette di avere vantaggi di manutenzione e l’eliminazione del motore a combustione. Ma pure in questo caso occorre aspettare l’evoluzione del mercato.

Bestseller N. 1
Capita TAVOLA Snowboard Uomo Scott Stevens PRO 2020 153
2020 Capita Scott Stevens Pro - Professionale/RADIALE/VERO TWIN
422,95 EUR
Bestseller N. 2
Burton Process Snowboard 2021, 155
Gender: Men; Shape: Twin; Board-Profil: Camber; Flex: Soft; Board-Typ: Freestyle
358,00 EUR
Bestseller N. 3
Airtracks Snowboard Set TAVOLA Akasha Wide Rocker Uomo 157 - ATTACCHI Master L - SB Sacca
Snowboard Sacca: lo stoccaggio più efficiente. Dimensioni: 175cm x 40cm.
229,00 EUR
Bestseller N. 4
Tavola Snowboard Uomo Rossignol Circuit AmpTek Wide-Cod.Kit. RSE94WP Mis. 161
sconti365_store by Calzature Carlomagno snc è rivenditore ufficiale Rossignol
209,99 EUR
Bestseller N. 5
Airtracks Snowboard Set - TAVOLA Eight Wide 150 - ATTACCHI Master M - SB Bag
Snowboard Sacca: lo stoccaggio più efficiente. Dimensioni: 175cm x 40cm.
239,00 EUR