Booking.com

A Campo Imperatore l’albergo di Benito Mussolini diventa un resort di lusso

0
1716
hotel campo imperatore

Gli amanti dello sci potranno fare un tuffo nella storia a Campo Imperatore, dove il famoso albergo in cui è stato tenuto prigioniero Benito Mussolini diventerà un Resort a 5 stelle con spa, ristorante ed ambienti di lusso!
Dove un tempo fu imprigionato e poi liberato il dittatore fascista, ora ci saranno idromassaggio, lettini, piscine: sono questi gli ingredienti per far tornare a splendere quello che è l’unico albergo di Campo Imperatore, grazie ad un finanziamento di 3 milioni di euro ed un progetto lavorativo che verrà effettuato in 550 giorni.

L’albergo dove fu imprigionato Benito Mussolini si trova nella stazione sciistica di Campo Imperatore in Abruzzo

La stazione sciistica di Campo Imperatore è nota agli amanti dello sci per le sue piste e per i paesaggi, ma ha anche una valenza storica vista la prigionia di Mussolini nell’estate del ’43.

Perchè fu scelto l’albergo Campo Imperatore?

L’albergo all’epoca fu scelto perché era considerato sicuro ed inespugnabile. Il 12 settembre però le SS riuscirono a liberare il Duce.

Il Sindaco dell’Aquila Biondi e la Giunta hanno dato vita ad un progetto per rilanciare la zona, partendo proprio dall’albergo che sarà attrezzato con centro benessere, bar, scuola sci e snowboard e noleggio sci. E poi ancora sala tv, hall, cucina e ristorante. Una serie di stanze (tra cui quella che ospitò Mussolini) con pavimenti e pareti rimessi a nuovo. Va ricordato che la struttura negli anni ’50 ha visto effettuarsi interventi, che però non ne hanno aumentato il valore, tanto che oggi era quasi desolata, anche a causa del suo aspetto.

L’amministrazione ha sottolineato “la sintesi tra gli aspetti storici e quelli innovativi, con una forte spinta attrattiva per chi andrà a gestire la struttura. L’albergo di Campo Imperatore sarà un elemento centrale nella rinascita e valorizzazione del Gran Sasso”. Anche il Provveditore alle Opere pubbliche di Abruzzo, Molise e Sardegna, Vittorio Rapisarda ha espresso parole favorevoli per il progetto, definendolo “esempio emblematico del razionalismo, ma con aspetti architettonici che vanno oltre.

L’intervento, per un importo dei lavori di 2 milioni 294mila euro, rientra nell’accordo quadro per la valorizzazione di tutta l’area di Campo Imperatore”.
Il progetto di ammodernamento lascerà comunque intatta la storica sala lettura con copertura a vetri (con forma a cupola) dove saranno inseriti solo pannelli fonoassorbenti.