Borsa porta scarponi e casco inoltre una tasca multiuso
Base rinforzata,colore nero,dimensioni: ca. L 40 x P 28 x H 44 cm
Maschera sci/snowboard unisex
100% PROTEZIONE UV & ANTI-FOG
Catene da neve Lampa
Catene da neve maglia compatta, 9 mm di ingombro interno. Ideale per tutte le vetture con spazio limitato tra pneumatico e parti meccaniche.Sistema di auto-tensionamento
Offerta
Doposci Moon-boot, gli originali!
Consentono di mantenere i piedi al caldo anche quando si cammina tra la neve

Forca Canapine stagione 2015-2016

News Forum Forca Canapine stagione 2015-2016

Stai vedendo 12 articoli - dal 16 a 27 (di 27 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #226124
    Sibillo
    Membro

      È proprio questo il punto, si fanno investimenti nel deserto.
      La neve, in questi posti, c’è o non c’è fa la differenza se avere 80 sciatori o nessuno. E con 80 skipass qualche festivo non ci paghi nemmeno corrente, battitura piste e personale. Quindi ben venga un “trasloco”..ma saranno abbastanza svelti da pensarci prima dei prossimi 10 anni?:dry:

      #262586
      Sibillo
      Membro

        È proprio questo il punto, si fanno investimenti nel deserto.
        La neve, in questi posti, c’è o non c’è fa la differenza se avere 80 sciatori o nessuno. E con 80 skipass qualche festivo non ci paghi nemmeno corrente, battitura piste e personale. Quindi ben venga un “trasloco”..ma saranno abbastanza svelti da pensarci prima dei prossimi 10 anni?:dry:

        #226125
        Anonimo
        Inattivo

          Ma secondo voi l’ipotesi di tornare a far gestire la seggioia alla società che gestisce il versante ascolano non è fattibile? Voglio dire, dal 2004 al 2010 è stata gestita da loro e pur con tutte i problemi organizzativi che c’erano, la seggiovia funzionava per tutta la durata, seppur breve, della stagione sciistica, fatta eccezione per i primi giorni di apertura, quando l’impianto era sempre chiuso perchè non ancora collaudato. Visto che l’intenzione della provincia non mi sembra quella di voler vendere l’impianto a qualcuno che voglia riposizionarlo, che senso ha lasciarlo fermo del tutto, quando con un pò di buon senso si potrebbe riunificare il comprensorio visto che le piste sono perfettamente collegate al versante ascolano?

          Poi vabbeh, stendiamo un velo pietoso sui proclami fatti dalla provincia che non più tardi di 3 anni fa dichiarò che avrebbe investito seriamente nella stazione, inaugurando la stagione sciistica alla presenza di presidente, assessore, consiglieri, autorità religiose e forze dell’ordine, con tanto di presidente della provincia che, in tenuta sciistica, si fece fotografare mentre prendeva la seggiovia e scendeva lungo le piste, salvo poi dichiarare pochi mesi dopo che l’impianto sarebbe stato accantonato.

          Tra l’altro da quando nel 2010-2011 la provincia riprese sotto di se la gestione dell’impianto, a quando, dopo la fine della stagione 2013-2014, dichiarò che la seggiovia non sarebbe stata riaperta, in 3 stagione l’impianto, giorno più giorno meno, dovrebbe aver funzionato circa 20 giorni.

          Prima, almeno, funzionava regolarmente ogni weekend. Quindi che si dia in gestione a costo zero alla società che si occupa dell’ascolano e si faccia ripartire in questo modo un’impianto che potenzialmente potrebbe funzionare per altri cinquant’anni.

          #262587
          Anonimo
          Inattivo

            Ma secondo voi l’ipotesi di tornare a far gestire la seggioia alla società che gestisce il versante ascolano non è fattibile? Voglio dire, dal 2004 al 2010 è stata gestita da loro e pur con tutte i problemi organizzativi che c’erano, la seggiovia funzionava per tutta la durata, seppur breve, della stagione sciistica, fatta eccezione per i primi giorni di apertura, quando l’impianto era sempre chiuso perchè non ancora collaudato. Visto che l’intenzione della provincia non mi sembra quella di voler vendere l’impianto a qualcuno che voglia riposizionarlo, che senso ha lasciarlo fermo del tutto, quando con un pò di buon senso si potrebbe riunificare il comprensorio visto che le piste sono perfettamente collegate al versante ascolano?

            Poi vabbeh, stendiamo un velo pietoso sui proclami fatti dalla provincia che non più tardi di 3 anni fa dichiarò che avrebbe investito seriamente nella stazione, inaugurando la stagione sciistica alla presenza di presidente, assessore, consiglieri, autorità religiose e forze dell’ordine, con tanto di presidente della provincia che, in tenuta sciistica, si fece fotografare mentre prendeva la seggiovia e scendeva lungo le piste, salvo poi dichiarare pochi mesi dopo che l’impianto sarebbe stato accantonato.

            Tra l’altro da quando nel 2010-2011 la provincia riprese sotto di se la gestione dell’impianto, a quando, dopo la fine della stagione 2013-2014, dichiarò che la seggiovia non sarebbe stata riaperta, in 3 stagione l’impianto, giorno più giorno meno, dovrebbe aver funzionato circa 20 giorni.

            Prima, almeno, funzionava regolarmente ogni weekend. Quindi che si dia in gestione a costo zero alla società che si occupa dell’ascolano e si faccia ripartire in questo modo un’impianto che potenzialmente potrebbe funzionare per altri cinquant’anni.

            #226126
            Anonimo
            Inattivo

              Questo è un articolo pubblicato proprio adesso su PerugiaToday, dove l’ex presidente della provincia, ora consigliere regionale di maggioranza, chiede un intervento della regione per salvare l’impianto, mi pare di capire sempre mantenendolo svinclato dal versante ascolano, quindi con zero prospettive vista la limitatezza in termini di impianti e piste sul solo versante perugino.

              http://www.perugiatoday.it/politica/forche-canapine-chiusura-impianto-sci-umbria-proposta-riapertura.html

              #262588
              Anonimo
              Inattivo

                Questo è un articolo pubblicato proprio adesso su PerugiaToday, dove l’ex presidente della provincia, ora consigliere regionale di maggioranza, chiede un intervento della regione per salvare l’impianto, mi pare di capire sempre mantenendolo svinclato dal versante ascolano, quindi con zero prospettive vista la limitatezza in termini di impianti e piste sul solo versante perugino.

                http://www.perugiatoday.it/politica/forche-canapine-chiusura-impianto-sci-umbria-proposta-riapertura.html

                #226129
                bix74
                Partecipante

                  Mi piange il cuore li ho imparato ed ho conosciuto la bellezza delle montagne ed al rifugio spesso suonavo con il mio gruppo :(
                  Se debbono aprire per forza, svincolandosi dall’altro versante, è meglio che tengano chiuso e rivendano la seggiovia.

                  #262591
                  bix74
                  Partecipante

                    Mi piange il cuore li ho imparato ed ho conosciuto la bellezza delle montagne ed al rifugio spesso suonavo con il mio gruppo :(
                    Se debbono aprire per forza, svincolandosi dall’altro versante, è meglio che tengano chiuso e rivendano la seggiovia.

                    #226373
                    meteourbino
                    Partecipante

                      Qualche giorno fa sono stato a fare una passeggiata in questa bella stazione ed è un vero peccato che sia lasciata tutta all’abbandono…
                      La seggiovia è praticamente nuova anche se giace in uno stato di abbandono totale e gli ski-lift che la circondano sia sul lato sinistro sia sul lato destro se rimessi in funzione assieme a quelli presenti e gestiti dalla società sul versante ascolano servirebbero un comprensorio veramente interessante, forse il migliore come estensione e tipologia di piste del nostro appennino marchigiano.

                      Senza considerare che la zona gode di un clima decisamente favorevole per il mantenimento del manto nevoso…

                      La regione Marche e la regione Umbria si devono svegliare e investire un po di soldi per il ripristino di questa bella stazione sciistica che potrebbero essere il fiore all’occhiello delle Marche e Umbria.

                      #262835
                      meteourbino
                      Partecipante

                        Qualche giorno fa sono stato a fare una passeggiata in questa bella stazione ed è un vero peccato che sia lasciata tutta all’abbandono…
                        La seggiovia è praticamente nuova anche se giace in uno stato di abbandono totale e gli ski-lift che la circondano sia sul lato sinistro sia sul lato destro se rimessi in funzione assieme a quelli presenti e gestiti dalla società sul versante ascolano servirebbero un comprensorio veramente interessante, forse il migliore come estensione e tipologia di piste del nostro appennino marchigiano.

                        Senza considerare che la zona gode di un clima decisamente favorevole per il mantenimento del manto nevoso…

                        La regione Marche e la regione Umbria si devono svegliare e investire un po di soldi per il ripristino di questa bella stazione sciistica che potrebbero essere il fiore all’occhiello delle Marche e Umbria.

                        #226374
                        Vettore2480
                        Partecipante

                          Acquistate voi la seggiovia, prima che vada in rovina!

                          #262836
                          Vettore2480
                          Partecipante

                            Acquistate voi la seggiovia, prima che vada in rovina!

                          Stai vedendo 12 articoli - dal 16 a 27 (di 27 totali)
                          • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.


                          Booking.com

                          Scimarche consiglia