Ischgl è sotto accusa gli impianti chiusi in ritardo hanno causato il focolaio Coronavirus

Ischgl è sotto accusa gli impianti chiusi in ritardo hanno causato il focolaio Coronavirus
Ischgl zona rossa

La località sciistica di Ischgl in questo periodo di grande emergenza dovuta al Coronavirus è sotto accusa per aver chiuso gli impianti in ritardo, solamente il 12 marzo. Dai giorni precedenti però erano stati individuati numerosi casi positivi, e questo ha fatto sì che tutta la zona sia diventata un focolaio.

I turisti di Ischgl hanno portato il virus negli altri paesi

Chi era in vacanza ed è tornato a casa ha quindi portato nei propri Paesi il virus, soprattutto in Danimarca, Norvegia, Svezia, Germania. Dalla famosa località sciistica austriaca nella valle del Paznaun dunque, il Coronavirus è arrivato in tutta Europa, e le autorità locali sono sotto accusa.

Nessun provvedimento tempestivo o nel tempo giusto, con locali ed impianti sempre aperti fino al 12 marzo, quando era comunque chiaro che la pandemia stesse avanzando in tutta Europa. Tali ritardi avrebbero causato la diffusione del virus in tutta Europa.

Il concerto di Eros Ramazzotti è stato annullato

Ad Ischgl si tengono ogni anno moltissimi concerti di grandi cantanti, tra cui Lenny Kravitz, Mariah Carey, Robbie Williams, i Muse. Proprio il 2 maggio prossimo sarebbe toccato ad Eros Ramazzotti, ma l’evento è stato cancellato. Per la grande qualità della stazione sciistica, la località di Ischgl nel periodo invernale passa da 1500 a 10.000 abitanti. Una delle località più famose in Europa per chi è appassionato di sci e montagna, con piste bellissime, panorami mozzafiato e grandi opportunità di divertimento anche per chi vuole vivere la propria vacanza sulla neve anche oltre lo sport, godendo dell’atmosfera dei paesini del luogo, dei negozi, dei locali e delle specialità enogastronomiche.

E proprio qui lo sci è andato avanti anche dopo i primi tamponi positivi al Coronavirus. Chiusura totale solo dopo il 12 marzo, con provvedimento adottato poi da tutto il Tirolo. Certo che tutto ciò non è servito per arginare le tante polemiche che ora stanno giungendo un po’ da tutta Europa, e non solo dalla comunità scientifica.

Pensate che lo scorso 29 gennaio sono state individuate ben 15 persone positive in Islanda, e si è saputo che tutte erano riconducibili a persone che si erano recate ad Ischgl, tutte nello stesso albergo. L’Islanda il 5 marzo ha inserito la località sciistiche tra le aree a rischio, insieme a Cina, Corea del Sud, Iran, Italia. Tutte le persone islandesi positive avevano frequentato il Kitzhloch, locale per l’apres ski in cui gli sciatori consumano l’aperitivo di fine giornata dopo l’attività nelle piste. Il bar è stato poi chiuso il 9 marzo.

Tutta la valle del Paznaun è in quarantena

In questo momento tutta la valle è in quarantena, e la gestione degli impianti e della stazione consiglia a tutti coloro che hanno frequentato la zona dal 28 febbraio in poi di rimanere in isolamento volontario per 14 giorni. Il governo austriaco ha istituito 2 zone rosse venerdì 13 marzo, ed il cancelliere Sebastian Kurz ha isolato ufficialmente la valle Paznaun e il centro sciistico St.Anton, all’interno del quale ci sono focolai. All’interno degli ospedali c’è un divieto di visita ai parenti, fatta eccesione per i reparti di pediatria e cure palliative.

OffertaBestseller N. 3
Amuchina Disinfettante Mani X-Germ, Balsamo, 80ml
Amuchina Disinfettante Mani X-Germ, Balsamo, 80ml
E attivo su virus, funghi e batteri; E pratico in ogni situazione in cui è necessario disinfettare le mani
1,99 EUR
Bestseller N. 4
Fria Fria Gel Mani Igienizzante 500 Ml - 500 ml
Fria Fria Gel Mani Igienizzante 500 Ml - 500 ml
Gel mani Milleusipiù con effetto igienizzante; Pronto all'uso e ideale in ogni situazione in cui è necessario igienizzare le mani
4,99 EUR
Bestseller N. 7
Amuchina Gel Xgerm - 250 Ml
Amuchina Gel Xgerm - 250 Ml
Amuchina gel x-germ disinfettante mani è attivo su virus, funghi e batteri; Flacone da 250 ml
12,00 EUR