-1.5 C
Ancona
giovedì, Novembre 14, 2019
Borsa porta scarponi e casco inoltre una tasca multiuso
Base rinforzata,colore nero,dimensioni: ca. L 40 x P 28 x H 44 cm
Maschera sci/snowboard unisex
100% PROTEZIONE UV & ANTI-FOG
Catene da neve Lampa
Catene da neve maglia compatta, 9 mm di ingombro interno. Ideale per tutte le vetture con spazio limitato tra pneumatico e parti meccaniche.Sistema di auto-tensionamento
Offerta
Doposci Moon-boot, gli originali!
Consentono di mantenere i piedi al caldo anche quando si cammina tra la neve

Frontignano stagione invernale 2015/16

News Forum Frontignano stagione invernale 2015/16

Stai vedendo 15 articoli - dal 556 a 570 (di 709 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #226257
    Sibillo
    Membro

      Il mega invaso serve secondo me: se fa caldo fino al 21dicembre poi arrivano 3 giorni di freddo ha la tua unica carta. Ma d’accordissimo su una sola pista (oltre al campetto): quella che parte a destra (guardando verso giu) del nuovo rifugio, costeggia il boschetto, e passa a sinistra della belvedere (alla partenza si tolgono quel gruppo di piante e si livella un bel curvone) con raccordo alla seggiovia Saliere.
      Motivi:
      -parte alta, sono stato su domenica (tra le “presenze in più al palazzetto” di Serto c’ eravamo noi) e ho fatto un giro in auto su. Vicino al boschetto ancora c’è neve a terra altrove cieli immensi e praterie tra di noi (cit Battisti). In alto bisogna “passare dietro” al nuovo rifugio”, ma va bene, poi si scende dritti senza quel traverso sotto alla seggiovia saliere)
      -parte bassa: dalla partenza Belvedere in giù si va esposti a nord fino ad un po’, poi la curva piega, ma ormai siamo quasi in pianura, si va in leggera discesa di traverso e la neve, per quanto poca e soggetta a scioglimento per quota ed esposizione, reggerebbe.

      Inoltre nel caso in cui la cosa “funziona”, si estende la linea di innevamento sulla parte alta Belvedere, raccordando la pista alla blu citata sopra.

      Risultato: campetto più “pistarella blu”..con vari “blablabla è una lingua di neve blablabla 25 euro per una blu bla bla bla a Frontignano non ce vado perchè che vado a fare la blu” ma..PIENO PIENO PIENO
      sono le famiglie, i genitori a piedi con i bimbi al campetto che magari prendono il maestro, mangiano al ristorante, e i principianti che invece di farsi 2 ore i strada per andare a litigare in abruzzo la domenica, 10 euro di A14, 30-40 di skipass e 20 per mangiare, la “pistarella blu” magari alla mattina a 20 euro schifo non gli fa.
      Questo è l’85% della tipologia di sciatore di Frontignano.
      E non dico poi se ti metti pure a fare due salti per lo snowpark o ciaspolate la sera con cena al nuovo rifugio.

      Oppure consiglio di rinnovare il parco mucche.

      #262719
      Sibillo
      Membro

        Il mega invaso serve secondo me: se fa caldo fino al 21dicembre poi arrivano 3 giorni di freddo ha la tua unica carta. Ma d’accordissimo su una sola pista (oltre al campetto): quella che parte a destra (guardando verso giu) del nuovo rifugio, costeggia il boschetto, e passa a sinistra della belvedere (alla partenza si tolgono quel gruppo di piante e si livella un bel curvone) con raccordo alla seggiovia Saliere.
        Motivi:
        -parte alta, sono stato su domenica (tra le “presenze in più al palazzetto” di Serto c’ eravamo noi) e ho fatto un giro in auto su. Vicino al boschetto ancora c’è neve a terra altrove cieli immensi e praterie tra di noi (cit Battisti). In alto bisogna “passare dietro” al nuovo rifugio”, ma va bene, poi si scende dritti senza quel traverso sotto alla seggiovia saliere)
        -parte bassa: dalla partenza Belvedere in giù si va esposti a nord fino ad un po’, poi la curva piega, ma ormai siamo quasi in pianura, si va in leggera discesa di traverso e la neve, per quanto poca e soggetta a scioglimento per quota ed esposizione, reggerebbe.

        Inoltre nel caso in cui la cosa “funziona”, si estende la linea di innevamento sulla parte alta Belvedere, raccordando la pista alla blu citata sopra.

        Risultato: campetto più “pistarella blu”..con vari “blablabla è una lingua di neve blablabla 25 euro per una blu bla bla bla a Frontignano non ce vado perchè che vado a fare la blu” ma..PIENO PIENO PIENO
        sono le famiglie, i genitori a piedi con i bimbi al campetto che magari prendono il maestro, mangiano al ristorante, e i principianti che invece di farsi 2 ore i strada per andare a litigare in abruzzo la domenica, 10 euro di A14, 30-40 di skipass e 20 per mangiare, la “pistarella blu” magari alla mattina a 20 euro schifo non gli fa.
        Questo è l’85% della tipologia di sciatore di Frontignano.
        E non dico poi se ti metti pure a fare due salti per lo snowpark o ciaspolate la sera con cena al nuovo rifugio.

        Oppure consiglio di rinnovare il parco mucche.

        #226258
        Vettore2480
        Partecipante

          Lo dico perché si evince, chiaro come il sole, che non c’è alcunissima propensione ad investire altre cifre astronomiche. Il mega innevamento non è quindi per adesso.
          C’è invece l’idea: “o lo facciamo bene o niente”.
          Questa idea porterebbe probabilmente al niente, o a cose per i nostri nipoti (sempre che loro non avranno i pesci chirurgo e pagliaccio al laghetto della Vallazza).
          Pertanto, nell’interesse di chi agogna l’innevamento, mi auspico che si vorrà volare basso, poiché poco è meglio di niente.
          Prima o poi usciranno altre necessità parimenti impellenti, Frontignano è vecchio…

          #262720
          Vettore2480
          Partecipante

            Lo dico perché si evince, chiaro come il sole, che non c’è alcunissima propensione ad investire altre cifre astronomiche. Il mega innevamento non è quindi per adesso.
            C’è invece l’idea: “o lo facciamo bene o niente”.
            Questa idea porterebbe probabilmente al niente, o a cose per i nostri nipoti (sempre che loro non avranno i pesci chirurgo e pagliaccio al laghetto della Vallazza).
            Pertanto, nell’interesse di chi agogna l’innevamento, mi auspico che si vorrà volare basso, poiché poco è meglio di niente.
            Prima o poi usciranno altre necessità parimenti impellenti, Frontignano è vecchio…

            #226259
            sertorelli
            Moderatore

              Secondo me ci vuole il grande invaso altrimenti si rischia di far un impianto nato male come a Sassotetto.

              #262721
              sertorelli
              Moderatore

                Secondo me ci vuole il grande invaso altrimenti si rischia di far un impianto nato male come a Sassotetto.

                #226260
                Vettore2480
                Partecipante

                  Forse non si è capito il senso della mia posizione.
                  Anche io vorrei che ricostruissero la funivia, facessro un bello chalet in legno e vetro al posto di Luciano, facessero ampi parcheggi coperti a impatto zero a valle, centi benessere terme e Spa… etc…
                  E’ scontato, quindi, che è meglio un mega impianto di innevamento con un laghetto enorme stupendo sui prati di montagna che garantisca 80% di piste fruibili in ogni condizione.
                  La realtà economica è diversa.

                  #262722
                  Vettore2480
                  Partecipante

                    Forse non si è capito il senso della mia posizione.
                    Anche io vorrei che ricostruissero la funivia, facessro un bello chalet in legno e vetro al posto di Luciano, facessero ampi parcheggi coperti a impatto zero a valle, centi benessere terme e Spa… etc…
                    E’ scontato, quindi, che è meglio un mega impianto di innevamento con un laghetto enorme stupendo sui prati di montagna che garantisca 80% di piste fruibili in ogni condizione.
                    La realtà economica è diversa.

                    #226261
                    Lucaps
                    Moderatore

                      Vettore2480 ha espresso, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, la seguente opinione:

                      Quote:
                      Forse non si è capito il senso della mia posizione.
                      Anche io vorrei che ricostruissero la funivia, facessro un bello chalet in legno e vetro al posto di Luciano, facessero ampi parcheggi coperti a impatto zero a valle, centi benessere terme e Spa… etc…
                      E’ scontato, quindi, che è meglio un mega impianto di innevamento con un laghetto enorme stupendo sui prati di montagna che garantisca 80% di piste fruibili in ogni condizione.
                      La realtà economica è diversa.

                      Purtroppo non concordo va bene risparmiare ma sull’innevamento questo non è possibile. Di acqua ce ne vuole molta soprattutto nelle nostre zone dove non sempre le temperature ci vengono incontro, l’acqua dove la prendi? Dall’acquedotto? Per forza di cose serve un bacino ma costruire uno stagno per poi doverlo ricostruire perché non è sufficiente e avere i cannoni spenti per mancanza di acqua la vederei così solo uno spreco di soldi, basta vedere sarnano e i suoi cannoni.
                      Riassumendo o si fa un progetto fatto bene e non solo guidato nell’ottica del risparmio oppure i soldi diponibili spenderli in qualcos’altro, attività estive ecc.. perché altrimenti sarebbero soldi buttati via, per assurdo solo le alpi possono risparmiare sull’ innevamento ma l’appennino no proprio per il fatto degli alti tassi ei umidita e le temp marginali quindi ho spendi per renderlo ottimale e così potrai avere dei buoni risultati in termini di innevamento, oppure risparmi e si avrà dei buoni irrigatori per i pascoli estivi.

                      #262723
                      Lucaps
                      Moderatore

                        Vettore2480 ha espresso, nel pieno possesso delle sue facoltà mentali, la seguente opinione:

                        Quote:
                        Forse non si è capito il senso della mia posizione.
                        Anche io vorrei che ricostruissero la funivia, facessro un bello chalet in legno e vetro al posto di Luciano, facessero ampi parcheggi coperti a impatto zero a valle, centi benessere terme e Spa… etc…
                        E’ scontato, quindi, che è meglio un mega impianto di innevamento con un laghetto enorme stupendo sui prati di montagna che garantisca 80% di piste fruibili in ogni condizione.
                        La realtà economica è diversa.

                        Purtroppo non concordo va bene risparmiare ma sull’innevamento questo non è possibile. Di acqua ce ne vuole molta soprattutto nelle nostre zone dove non sempre le temperature ci vengono incontro, l’acqua dove la prendi? Dall’acquedotto? Per forza di cose serve un bacino ma costruire uno stagno per poi doverlo ricostruire perché non è sufficiente e avere i cannoni spenti per mancanza di acqua la vederei così solo uno spreco di soldi, basta vedere sarnano e i suoi cannoni.
                        Riassumendo o si fa un progetto fatto bene e non solo guidato nell’ottica del risparmio oppure i soldi diponibili spenderli in qualcos’altro, attività estive ecc.. perché altrimenti sarebbero soldi buttati via, per assurdo solo le alpi possono risparmiare sull’ innevamento ma l’appennino no proprio per il fatto degli alti tassi ei umidita e le temp marginali quindi ho spendi per renderlo ottimale e così potrai avere dei buoni risultati in termini di innevamento, oppure risparmi e si avrà dei buoni irrigatori per i pascoli estivi.

                        #226262
                        bix74
                        Partecipante

                          Se la scelta è una pista o niente? meglio una.
                          c’è poco da capire.

                          #262724
                          bix74
                          Partecipante

                            Se la scelta è una pista o niente? meglio una.
                            c’è poco da capire.

                            #226263
                            sertorelli
                            Moderatore

                              Secondo me bisogna partire da un grande invaso e una pista delle Saliere ed il canalone fino in cima a Jacci Di Bicco poi man mano con gli anni si faranno le altre piste e le altre cose che servono.

                              #262725
                              sertorelli
                              Moderatore

                                Secondo me bisogna partire da un grande invaso e una pista delle Saliere ed il canalone fino in cima a Jacci Di Bicco poi man mano con gli anni si faranno le altre piste e le altre cose che servono.

                                #226264
                                sertorelli
                                Moderatore

                                  Nevicata in atto ma attualmente non basta per aprire qualche pista.

                                Stai vedendo 15 articoli - dal 556 a 570 (di 709 totali)
                                • Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.


                                Booking.com

                                Scimarche consiglia