Booking.com

Nuovo impianto Monte Catria – Seggiovia Travarco Monte Acuto – Comune Frontone

News Forum Forum Scimarche Località invernali Marchigiane Nuovo impianto Monte Catria – Seggiovia Travarco Monte Acuto – Comune Frontone

Questo argomento contiene 59 risposte, ha 13 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Robert 3 settimane, 3 giorni fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 60 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #326140

    Jonathan
    Amministratore del forum

      Apro un topic dedicato alla triposto 🙂

      Scimarche.it - Ski and snowboard maniacs

      #326147

      Francesco
      Partecipante

        Ciao a tutti!!! Una curiosità? ma quanti soldi sono stati spesi nel Catria da quando ha riaperto?…

        #326149

        gioski
        Partecipante

          Hanno avuto finanziamenti pari alle altre stazioni nei vari anni (e meno di quelle delle basse marche negli ultimi lustri), con la differenza che il Catria come stazione funziona a pieno regime per 11 mesi l’anno, grazie ad una gestione illuminata con iniziative che tendono alla destagionalizzazione (rifugio escursionistico, downhill, sci, kinderland, skypark, eventi)…e non per qualche weekend solo invernale…

          • Questa risposta è stata modificata 9 mesi, 2 settimane fa da  gioski.
          #326151

          Francesco
          Partecipante

            Parlando della provincia di Pesaro Urbino non mi sembra che abbiano preso tutti la stessa cifra!! I prossimi anni tutti a sciare al Catria!!

            #326152

            gioski
            Partecipante

              A Carpegna hanno sfiorato i 3 milioni per la mega seggiovia e l’innevamento….e purtroppo per loro negli ultimi anni hanno aperto solo per pochissime giornate… Il punto non è quanti soldi e basta, ma se i soldi vengono spesi bene e se realmente creano lavoro…

              #326156

              Francesco
              Partecipante

                Tutti hanno aperto pochi giorni…

                #326167

                gioski
                Partecipante

                  Tutti hanno aperto pochi giorni…

                  Direi di no. l’anno scorso Carpegna addirirttura non ha mai aperto le piste, il Catria ha lavorato per diversi weekend con piste aperte (anche perché ha piàù neve della Carpegna per via della quota ed esposizione) e comunque è aperto tutto l’anno per il downhill, il kinderland, lo skypark e il rifugio escursionistico……quindi si torna allo stesso discorso di prima, una cosa sono 3 milioni per una seggiovia che gira pochissimo e un’altra è per un impianto che gira di più e allunga la permanenza dei turisti nel territorio…tutto qui.

                  • Questa risposta è stata modificata 9 mesi, 2 settimane fa da  gioski.
                  #326433

                  sertorelli
                  Moderatore

                    Ho saputo che gli ambientalisti vogliono mettere i bastoni tra gli per il disboscamento del Monte Catria dovuto alla costruzione dei nuovi impianti.

                    #326454

                    ciavuscolo
                    Partecipante

                      Il progetto non e’ male ma si poteva fare sicuramente in maniera meno impattante: interrando i cavi della linea elettrica parallela all’impianto di arroccamento dal pilone 16 ed abbattendo i tralicci enel si poteva sfruttare il tagliio del bosco gia’ presente costruendo una seggiovia in parallelo alla cestovia con partenza poco sotto Travarco nel punto dove la pista fondovalle fa una curva in prossimita’ del pilone 16 (1100 mt di altitudine) ed arrivo della seggiovia in prossimita’ di quello della cestovia. In questo modo si eviterebbero tagli nel bosco e l’accesso alla parte alta della pista Gorghe si farebbe con lo skilift riposizionato come nel progetto attuale.

                      #327029

                      gioski
                      Partecipante

                        Il progetto non e’ male ma si poteva fare sicuramente in maniera meno impattante: interrando i cavi della linea elettrica parallela all’impianto di arroccamento dal pilone 16 ed abbattendo i tralicci enel si poteva sfruttare il tagliio del bosco gia’ presente costruendo una seggiovia in parallelo alla cestovia con partenza poco sotto Travarco nel punto dove la pista fondovalle fa una curva in prossimita’ del pilone 16 (1100 mt di altitudine) ed arrivo della seggiovia in prossimita’ di quello della cestovia. In questo modo si eviterebbero tagli nel bosco e l’accesso alla parte alta della pista Gorghe si farebbe con lo skilift riposizionato come nel progetto attuale.

                        Ma si perderebbe l’arrivo al monte acuto 100 metri più in quota e l’accesso alle piste gorghe e belvedere (le più belle e lunghe tra l’altro) e quindi il demanio si allargehrebbe solo di metà (solo pista travarco e cotaline bassa)

                        #327208

                        francesco
                        Partecipante

                          siamo in primavera e le condizioni climatiche ormai consentirebbero la partenza dei lavori. si sa niente a riguardo?

                          #327210

                          Giacomo
                          Bloccato

                            Dipende dai punti di vista:
                            Sciatore:più impianti più piste più divertimento
                            Cittadino: spendere milioni di euro sulle montagne più basse d Italia e una follia.
                            Stato regione provincia:incentivare turismo spendere soldi europei..
                            La mia personale conclusione: penso che mega strutture e mega mega impianti servano a ben poco servono strutture in grado di auto mantenersi. Migliorare si buttare soldi no. Quasi tutti nella regione marche sono con i conti in rosso e quasi tutti gravano sulle casse comunali e regionali. Chi ha subito i danni del terremoto e legge che la regine sta per spendere qualche milione per qualche pista in piu non può che indignarsi… En in fine mi domando ma frontignano?

                            #327211

                            Giacomo
                            Bloccato

                              Finche non cambierà il sistema attuale dei fondi europei si continuerà a sperperare soldi pubblici senza dare nessun ordine di priorità. Stanziamenti senza senso logico. Questo non riguarda il catria ma il sistema di bandi e di ridistribuzione dei soldi.

                              #327212

                              Giacomo
                              Bloccato

                                Esempio pratico; chiude l ospedale di Cagli senza garantire neanche un primo soccorso per mancanza di fondi e stanziano soldi per attività ricreative!

                                #327213

                                gioski
                                Partecipante

                                  Scusa ma sai che il 75% delle risorse totali regionali vanno in sanità? e con solo il 25% si fa tutto il resto? Semmai è COME vengono spesi i soldi della sanità che è da discutere. Questi sono fondi (piccoli in proporzione) dedicati al sostegno all’economia delle aree interne e in particolare al turismo (che poi ricade coi benefici sulle attività del territorio tutto). Se si ragionasse come te non si farebbero nemmeno le strade, chiuderebbero i teatri e finirebbero gli aiuti all’agricoltura, al turismo a tutto! E tra l’altro ste polemiche solo oggi che arrivano anche al Catria, mentre i milioni sono decenni che vengono dati alle stazioni montane, ma la differenza è che oggi, grazie al lavoro di questi qui arrivano davvero a tutti, prima solo al maceratese e a Carpegna (e tutti zitti, anzi contenti) e coi risultati che sappiamo. Consiglio di informarsi prima di sparare a casaccio…

                                  • Questa risposta è stata modificata 7 mesi, 2 settimane fa da  gioski.
                                Stai vedendo 15 articoli - dal 16 a 30 (di 60 totali)

                                Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.



                                SciMarche consiglia

                                Dove Mangiare

                                Dove Dormire

                                Après Ski