Pista sci Macerata, la proposta arriva al consiglio comunale

0
69
Pista sci Macerata, la proposta arriva al consiglio comunale

Lunedì 29 e martedì 30 marzo tornerà a riunirsi il Consiglio Comunale di Macerata, in cui sarà discussa anche la proposta presentata dal consigliere del PD Andrea Perticarari di realizzare una pista da sci all’aperto e in sintetico.

Lunedì, in videoconferenza nella piattaforma Zoom Cloud Meetings, si avrà quindi una prima risposta alla proposta davvero particolare di realizzare a Macerata un vero e proprio polo sportivo dedicato alla montagna e agli sport invernali.

Nella visione di Andrea Perticarari nel capoluogo di provincia sarebbe possibile costruire una pista da sci in sintetico e all’aperto, che permetta di attirare i grandi appassionati di sport anche in altri periodi dell’anno oltre all’inverno, e che eviterebbe a molti di spostarsi di tantissimi km per trovare un luogo adatto allo sport più amato.

Il modello che propone Perticarari, ricordiamolo, prende ispirazione dal progetto che è stato realizzato a Copenaghen, con una pista da sci in sintetico che è stata costruita sul tetto di un termovalorizzatore. Forse anche a Macerata l’idea è quella di creare un’intera area che possa essere riconvertita tra sport e zone verdi.

D’altronde il Consiglio comunale di lunedì e martedì avranno all’ordine del giorno altre discussioni che vertono su una visione nuova e futuribile di Macerata. Si parlerà anche di orti sociali e dell’abbellimento dei sottopassaggi di alcune zone della città, fino ad arrivare alla promozione delle comunità energetiche e di autoconsumo collettivo, e alla gestione dei rifiuti.

Insomma Macerata sembra guardare al futuro in più ambiti, e i progetti che sono in discussione sembrano tutti orientati ad una visione della città che punta al green, alla sostenibilità e all’attrazione turistica destagionalizzata. La pista da sci che vorrebbe realizzare il consigliere del PD Andrea Perticarari è sicuramente un progetto di ampio respiro che coinvolgerebbe più figure, più aree tematiche e più ambiti di interesse.

La proposta ha già fatto il giro del web nei giorni scorsi ed ha fatto molto discutere, proprio perché innovativa e di grande livello, che porterebbe Macerata certamente ad essere una delle prime città italiane ad aprirsi ad un progetto di questo tipo. Perticarari è convinto che i costi di realizzazione non sarebbero così elevati, e già dalla maggioranza è arrivata una prima apertura, seppur ancora condizionata alla ricerca di fondi o sponsor.

Molto sembra infatti dipendere dalla condizione di salute delle casse comunali, soprattutto in un momento di crisi economica e sociale come quello che stiamo vivendo a causa del Covid. L’esempio di Copenaghen in questo senso appare virtuoso, con importanti fondi europei che sono arrivati per la riconversione di un’area particolare in una zona fruibile da tutti e di potenziale attrattività turistica.

Ne sapremo di più già da mercoledì, dopo la prima discussione in Consiglio. Va ricordato che se entrambe le sedute andassero deserte, la prossima convocazione è prevista per il 1° aprile. Siamo solo agli inizi di quella che sembra una discussione lunga e difficile, ma già il fatto che se ne parli sembra essere davvero un buon inizio.

I migliori tapis roulant per allenarsi a casa

Bestseller N. 2
Diadora Fitness Edge 1.5 Tapis Roulant, 1.5 HP, Velocità 14 km/h
✅ Superficie di corsa 43x120 cm; ✅ Motore 1,5 Hp; ✅ Velocità 14 Km/h; ✅ Inclinazione manuale 3 livelli
399,90 EUR


Articolo precedentePerché non dovresti mai lavare l’auto a -40°C, il video del buffo Hummer rosa
Articolo successivoSempre meno neve in montagna, pubblicato lo studio di Eurac Research